Sindacato Pensionati Italiani
Lo SPI è il sindacato generale delle pensionate, dei pensionati e delle persone anziane aderenti alla Cgil; organizza e tutela i pensionati di tutte le categorie del lavoro, soggetti a qualsiasi regime pensionistico. Svolge attività di confronto e contrattazione con le istituzioni preposte alla gestione dei servizi rivolti a tale significativa parte della popolazione.

Sono convinti di rientrare nei requisiti per ricevere la 14esima mensilità ma a luglio non hanno visto un euro in più rispetto al 2016. Sono più di cento i pensionati veneziani che in questi ultimi giorni hanno contattato le leghe dello Spi Cgil di Venezia, sicuri di aver diritto all'agognata “somma aggiuntiva”. Ma l'assalto alle sedi non accenna a interrompersi e intanto gli operatori dello Spi Cgil provinciale hanno già cominciato ad analizzare una trentina di pensioni per verificare se davvero vi siano i requisiti per percepire la quattordicesima.

Dopo la Sentenza n°. 70/15 della Corte Costituzionale, che ha giudicato illegittimo il blocco della legge “Fornero”, con il DL 65/15 “convertito” con la Legge 109/15, il Governo ha “riconosciuto” solo parzialmente (10/15% circa) quanto è stato effettivamente “tolto” ai Pensionati con il blocco (con effetti negativi permanenti sulle pensioni).
Lo SPI CGIL e l’INCA hanno avviato varie “vertenze pilota”, per chiedere che sulla legittimità della Legge 109/15 si pronunci la Corte Costituzionale.
Ora dopo che vari Tribunali hanno “rimesso” alla Corte Costituzionale il giudizio sulla legge 109/15 siamo in attesa che la Corte Costituzionale si esprima sulla legittimità sulla Legge 109/15. Tale pronunciamento dovrebbe avvenire nella primavera del 2017.
L’impegno dello SPI CGIL e dell’INCA ora è quello di ricordare a tutti i Pensionati e le Pensionate che hanno subito il blocco della rivalutazione negli anni 2012 e 2013, di interrompere la prescrizione quinquennale con una semplice raccomandata con ricevuta di ritorno all’INPS (o presentandola direttamente a una sede dell’INPS ottenendo una specifica ricevuta). Potete scaricare qui il modulo.
LA RACCOMANDATA VA INVIATA ENTRO IL 31 DICEMBRE 2016

Le Segreterie dei Pensionati della provincia di Venezia di SPI CGIL FNP CISL UILP UIL, hanno completato il programma dei sette Attivi Territoriali per informare e consultare i Pensionati e le Pensionate sull’accordo intercorso col Governo sul problema della Previdenza, registrando una buona partecipazione

BLOCCO DELLE PENSIONI 2012/2013 Dopo la Sentenza n°. 70/15 della Corte Costituzionale, che ha giudicato illegittimo il blocco della legge “Fornero”, con il DL 65/15 “convertito” con la Legge 109/15, il Governo ha “riconosciuto” solo parzialmente (10/15% circa) quanto è stato effettivamente “tolto” ai Pensionati con il blocco (con effetti negativi permanenti sulle pensioni).

DIRITTI INESPRESSI Continua nella Provincia di Venezia la “campagna” dello SPI CGIL Metropolitano, in sinergia con la CGIL e il Patronato INCA, per far riconoscere ai Pensionati e alle Pensionate con pensioni basse i Diritti “Inespressi”. Questo lavoro che ha già prodotto importanti risultati verificabili in termini economici e in termini di giustizia, ha costruito attorno al Sindacato Pensionati Italiani un consenso e un’attenzione che si è manifestato anche in nuove adesioni.

Dopo quattro mesi di confronto abbiamo sottoscritto un protocollo d'intesa con il governo sulle pensioni. Dice Ivan Pedretti, segretario nazionale Spi Cgil:  "Erano dieci anni che non ci riuscivamo e per questo penso che oggi sia un giorno importante. Finalmente si danno risposte ai pensionati e ai pensionandi con interventi sulla quattordicesima, sulla no tax area, sui lavori usuranti, sui lavoratori precoci e sulle ricongiunzioni onerose".

 Torna anche quest'anno il Campo della Legalità, l'iniziativa di sensibilizzazione contro le mafie promossa a livello nazionale dall'associazione Libera e rivolto ai giovani dai 16 ai 29 anni. Saranno una ventina i ragazzi protagonisti dal 29 agosto al 6 settembre del sesto Campo della Legalità nella villa confiscata al boss della mala del Brenta Felice Maniero

Saranno più di 4.000 i pensionati veneti che giovedì 19 maggio approderanno a Roma in treno e in pullman (50 quelli organizzati dai sindacati) per partecipare alla manifestazione nazionale “A testa alta!” indetta da Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp in piazza del Popolo.

I pensionati della gestione privata residenti in Italia, che ricevono dall'Inps prestazioni collegate al reddito sono obbligati a rendere la dichiarazione reddituale all’Inps. Il termine ultimo stabilito dall’Istituto per la presentazione della dichiarazione reddituale dell’anno 2014 (Campagna RED ordinaria 2015) è il 31 marzo 2016.

Due mesi fa lo avevano annunciato: "Cari giornalisti vi faremo sapere come sta andando la nostra campagna di informazione sui "diritti inespressi". Così diceva due mesi fa Angiola Tiboni, segretaria del sindacato del pensionati della Cgil di Venezia. E puntuale é arrivata la conferenza stampa sui controlli delle pensioni

"Un'anima alla Città Metropolitana" é il titolo di una importante iniziativa di Spi Cgil di Venezia che si terrà al Teatro Momo di Mestre il pomeriggio di venerdì 4 dicembre dalle ore 15. Il pomeriggio sarà caratterizzato dai commenti musicali di GUALTIERO BERTELLI che si alternerà alle voci dal territorio del Sindacato dei pensionati della Cgil che esprimeranno le proprie idee sulla costruzione della Città Metropolitana.

 Il Sindacato Pensionati CGIL di Venezia promuove il controllo generalizzato delle pensioni degli iscritti a partire da quelle più basse (inferiori a 750 € mensili). Da qualche mese gli attivisti dello Spi stanno telefonando agli iscritti per esortarli a controllare la propria pensione perchè negli utimi tempi si sono affastellate norme di difficile lettura specialmente per chi é anziano e non é abituato ad usare strumenti telematici. L'iniziativa di Spi Cgil é stata formalizzata in una conferenza stampa  allargandola da ora - in collaborazione con il patronato Inca Cgil - a tutte le persone che devono affrontare pratiche con gli enti previdenziali. Nella pagina anche  il comunicato Spi Cgil 

“Una manovra vergognosa, che taglia quasi 2 milioni di euro alle fasce più deboli e in particolare agli anziani. Siamo pronti a clamorose proteste davanti a Palazzo Balbi per impedire che queste scelte passino, mettendo in ginocchio migliaia di pensionati veneti”. Rita Turati, segretaria dello Spi-Cgil del Veneto, attacca la legge di stabilità regionale, contestando in particolare i tagli al sociale previsti dall’esecutivo di Luca Zaia che colpiranno soprattutto gli over 65

LA CAMERA DEL LAVORO E LO SPI CGIL DI VENEZIA CONSEGNANO DIECIMILA EURO PER IL CEOD DI DOLO Continuano le iniziative del "Giardino della Legalità", il laboratorio formativo organizzato da Spi Cgil   e Arci di Venezia, nella villa di Campolongo Maggiore confiscata al boss della mafia del Brenta Felice Maniero.

 Da oggi arrivano i rimborsi per circa 410mila pensionati veneti dopo il decreto del governo per rimediare al blocco dichiarato illegittimo dalla Corte Costituzionale. Al normale assegno mensile, saranno aggiunti gli arretrati maturati tra il 2012 e i primi sette mesi del 2015, per effetto della rivalutazione introdotta con il decreto del 21 maggio scorso.

Anche a Mira si vuole ricordare la "storica" pastasciutta che la famiglia Cervi ha organizzato in piazza alla notizia dell'arresto di Mussolini. a Villa Venier Contarini in via Capitello Albrizzi a partire dalle 18 si terrà una serata organizzata dalle leghe Spi Cgil dellla Riviera del Brenta.

SENTENZA SUL BLOCCO DELLE PENSIONI E DECRETO DEL GOVERNO
Dopo la Sentenza della Corte Costituzionale e del Decreto Legge del Governo si è creata una situazione di confusione tra i Pensionati, anche a causa di disinformazioni e strumentalizzazioni da più parti (governo, opposizioni, mass-media, comitati vari, ecc.) e molti Pensionati si chiedono: cosa dobbiamo fare rispetto la Sentenza e il Decreto Legge?

Le Segreterie Provinciali dei Sindacati Confederali SPI CGIL FNP CISL UILP UIL di Venezia organizzano per mercoledì 24 giugno 2015 alle 10 un presidio di fronte alla sede dell’INPS di Venezia per sollecitare la soluzione della situazione determinatasi a seguito della Sentenza della Corte Costituzionale che ha dichiarato illegittimo il blocco delle pensioni per gli anni 2012 e 2013.

Con il blocco del 2012-2013 e il nuovo meccanismo di rivalutazione annuale
Taglio di 9,7 miliardi di euro in 4 anni. Una perdita pro-capite di 1.779 euro

Una vera e propria tagliola si è abbattuta negli ultimi quattro anni su 5 milioni e mezzo di pensionati a cui sono stati sottratti 9,7 miliardi di euro, pari ad una perdita media pro-capite di 1.779 euro.

Martedì 24 marzo, alle ore 15.30, nella sala Tiepolo dell’Hotel ambasciatori di Mestre, Maria Grazia Ruggerini presenterà il volume “Il lato oscuro degli uomini – La violenza maschile contro le donne: modelli culturali di intervento”, scritto dalla stessa Ruggerini con Alessandra Bozzoli e Maria Merelli. All’incontro parteciperanno Angiola Tiboni (segr. provinciale Ve Spi Cgil); Michele Poli (Associazione maschile plurale); Chiara Santi (avvocata); Enrico Piron (segr. Gen. Cgil Venezia)