Federazione Lavoratori Funzione Pubblica
La Funzione Pubblica organizza e tutela i lavoratori: dello Stato (Ministeri), del Parastato (INPS, INAIL, ACI, CRI, ecc...), della Sanità pubblica (Aziende ospedaliere, Aziende Sanitarie Locali) e privata (Ospedali e Cliniche private ed ex convenzionate), degli Enti Locali (Comuni, Provincie, Regioni, Comunità Montane, Camere di Commercio, IPAB, ecc...), delle Aziende (Vigili del Fuoco, AIMA, Monopoli di Stato, Cassa Depositi e Prestiti), del settore socio sanitario assistenziale educativo privato (Cooperazione sociale, Associazionismo, ecc.), dell'Igiene Ambientale pubblica e privata.

Sito Web

Caro Sindaco, il Comune di Venezia non è Umana!    Abbiamo appreso che nonostante l'impegno assunto di un confronto preventivo sia stata inviata alle lavoratrici e ai lavoratori a tempo determinato una scheda di autovalutazione sulle proprie attitudini personali comprese informazioni sui propri interessi nel tempo libero e addirittura gli indirizzi delle scuole dei figli.

Dai diversi interventi apparsi in questi giorni sulla stampa in merito alla situazione della Fondazione Musei emerge, come avevamo temuto e previsto, che le diverse criticità stanno assumendo livelli sempre più preoccupanti.

Si è tenuto ieri 13 ottobre  il tavolo di trattativa con il Sindaco Luigi Brugnaro che doveva affrontare il tema della cancellazione del salario accessorio ai lavoratori comunali. È bene ricordare che si tratta di circa 200 euro medi a lavoratore che non vengono più percepiti dal mese di giugno.

Nella pagina la lettera aperta al Sindaco Luigi Brugnaro inviata da Sergio Chiloiro, segretario generale della Funzione Pubblica Cgil di Venezia sulla situazione dei lavoratori in appalto alle bibilioteche e archivi civici di Venezia

La Funzione Pubblica – CGIL di Venezia è fortemente preoccupata per quanto avvenuto in questi ultimi due mesi presso il Punto Nascite del P.O. di Portogruaro, preoccupazione che abbiamo già manifestato il 31 luglio u.s. con una nota indirizzata all'Azienda e alla quale non è stata ancora data alcuna risposta.

APT VENEZIA in Sciopero. Giovedì 24 settembre i lavoratori dell'Azienda di Promozione Turistica scioperano per tutta la giornata. Presidio in Calle Larga dell'Ascensione e flash mob davanti a piazza san Marco. Sono stati inoltre organizzati volantinaggi ( in 4 lingue) nei punti nevralgici del Centro Storico

FP CGIL, CISL FP e UIL FPL Venezia apprendono con sgomento la notizia secondo cui si creerebbe un’ulteriore passività di Bilancio di qualche decina di milioni di euro a seguito di una sopravvalutazione delle entrate da oneri di urbanizzazione.

Scarsità di organici, cattive condizioni delle strutture, criticità della riforma del settore, mancate nomine dei direttori dei musei: le note dolenti che Fp Cgil, Fp Cisl e Uilpa Uil del Veneto faranno presenti al ministro dei Beni culturali Franceschini

Apprendiamo leggendo la stampa locale che sarebbe prossima l'apertura di un "chiosco di informazioni" gestito da AEP (Associazione Esercenti Pubblici Esercizi) a Piazzale Roma.  Stupisce che proprio a Piazzale Roma, dove da anni è operativo un ufficio IAT di Informazione ed accoglienza turistica gestito da A.P.T., aperto 363 giorni all'anno, con personale qualificato, e che fornisce informazioni su tutto il territorio (Centro Storico e Terraferma), AEPE ritenga necessario allestire un chiosco informativo.

 Il 9 agosto si elegge il nuovo Consiglio Metropolitano di Venezia. La RSU e le organizzazioni sindacali saranno presenti per tutta la giornata con un presidio per chiedere ai "grandi elettori" una verifica urgente - appena eletto il consiglio - per affrontare le questioni irrisolte con la creazione della Città Metropolitana.

RITIRATI I LICENZIAMENTI ALL’ASILO NIDO DI SCORZE: riconsegnata una speranza ed un futuro occupazionale alle tre operatrici   Si è conclusa positivamente in data odierna la lunga e complessa vertenza intrapresa dalla Cgil Fp di Venezia contro i tre licenziamenti inflitti il 7 luglio scorso dalla Cooperativa Castel Monte a tre operatrici dell’Asilo Nido comunale di Scorzè.

Succede all'Ospedale di Portogruaro: decisione dell'Azienda Ulss 10 dovuta ad improvvise assenze del personale. Per la Cgil Fp, che ha chiesto la convocazione urgente di un incontro, invece le gravi carenze erano già note e la comunicazione della chiusura del reparto, data al Sindacato il giorno stesso, è segno della volontà dell'Azienda di evitare il confronto sindacale ed il risultato di una cattiva gestione.

La vicenda che ha coinvolto Veritas nelle ultime settimane con un grande rilievo sulla stampa ha tra i suoi risultati anche un effetto collaterale sconcertante. La Direzione Aziendale certamente colpita dalla rilevanza delle indagini e dalla loro amplificazione mediatica non ha trovato di meglio che serrare le fila, richiamare ad uno spirito di appartenenza tutta le forza lavoro e….colpire chi commenta in libertà: sospensione immediata dal lavoro!Il dirigente viene messo in ferie e il rappresentante sindacale sospeso!

Tre grandi assemblee delle lavoratrici e dei lavoratori, delle delegate e dei delegati e delle Rsu del pubblico impiego - il 1° luglio a Milano, il 2 a Roma e il 3 a Bari - a segnare l'avvio della mobilitazione di Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl e Uil Pa per il rinnovo del Contratto nazionale.

Fermare subito i licenziamenti nelle biblioteche e negli archivi veneziani! In una citta' dove scandali e mal governo hanno bruciato centinaia di milioni di euro, l' amministrazione commissariale ha deciso freddamente di far licenziare 17 lavoratori delle biblioteche e degli archivi!

MANIFESTAZIONE Martedì 12 Maggio alle ore 15.00 a Ca' Farsetti-Venezia. Le scelte che la gestione commissariale sta predisponendo in questa ultime settimane di governo nel Comune di Venezia nell'affrontare l'emergenza finanziaria stanno rischiando di compromettere servizi fondamentali per i cittadini, lavoratori e pensionati.

Il Commissario Straordinario, in piena confusione ed arroganza, sta continuando a provocare danni alla Città, ai cittadini e ai lavoratori coinvolti. Nonostante l’impegno a rinviare alla futura Giunta politica le scelte sul futuro dei servizi per la città, sta adottando scelte che presentate come inevitabili da norme di Legge mettono in discussione anche servizi fondamentali.

Lavoratori delle province di tutto il Veneto in presidio davanti a palazzo Ferro Fini in concomitanza con la riunione del Consiglio Regionale, giovedì 19 marzo, alle 15.30. Sollecitano la legge di riordino delle funzioni, urgentissima vista la scadenza del 31 marzo

Il primo incontro sindacale dopo l’approvazione del Decreto Legge che ha permesso di attenuare le penalizzazioni previste per gli enti che non hanno rispettato il Patto di Stabilità si è concluso ieri 18 marzo in maniera TOTALMENTE NEGATIVA

Clicca sull'immagine per conoscere i dettagli

Sottocategorie