Società di servizi fiscali cerca candidati interessati alla partecipazione ad un percorso formativo GRATUITO, finalizzato ad un’eventuale assunzione a tempo determinato per la mansione di operatore fiscale, previa selezione finale

 

Inviare curriculum via e-mail a:

ricerca.personale[at]caafcgilvenezia.it

Questo pomeriggio (20 febbraio)  il Sindaco Brugnaro ha indetto una conferenza stampa nella sede municipale di Ca' Farsetti  per la presentazione della fase finale della Coppa Italia di basket femminile che si disputerà al Palasport  Taliercio di Mestre

‘Il Sindaco non permette l’utilizzo della sala del consiglio comunale per le assemblee sindacali dei lavoratori (che devono quindi riunirsi in spazi ridotti) ma non si pone problemi ad utilizzare uno spazio comunale per scopi personali’ – dichiara il Segretario Generale Fp Cgil Daniele Giordano.

Difficile accettare che quella che dovrebbe essere la ‘casa del cittadino’ diventi sempre più proprietà esclusiva per le faccende, ora anche imprenditoriali, del Sindaco. Appena insediatosi precluse l’ingresso alla stampa, poi negò la possibilità di riunirsi ai consiglieri di municipalità.
Adesso siamo al passo successivo – continua Giordano - : utilizzare gli spazi comuni per pubblicizzare i successi della società di basket che possiede facendo passare tutto questo come la presentazione della fase finale di un torneo nazionale di pallacanestro.
Se così davvero fosse stato tra gli scranni di Ca’ Farsetti non avremmo visto seduti solo atleti oro granata di varie età, ma anche le altre 3 compagini che di disputeranno il trofeo.

Ci chiediamo, a fronte di questo spot unicamente pro settore giovanile Umana, se Brugnaro ha pagato l’utilizzo della sala municipale, come da prassi per qualsiasi cittadino ed associazione che desidera utilizzarli per scopi propri, ma anche per iniziative aperte a tutta la popolazione.

Il Sindaco farebbe bene a dismettere i panni del capo tifoseria e a ricordarsi del proprio ruolo istituzionale che sicuramente deve favorire il rilancio economico della città ma stando molto attento a mischiare ruolo personali con quelli istituzionali.
Crediamo – conclude Giordano - che il Sindaco farebbe anche bene a chiedere alla Umana Reyer di rinunciare alle pubblicità delle società partecipate del comune che (di cui siamo convinti a titolo gratuito), è bene che in una fase in cui devono, a detta del sindaco, risanare i propri bilanci non cadano in strumentalizzazioni o conflitti di interesse.