COMUNE DI VENEZIA – LA RIPRESA DEL CONFRONTO SI APRE CON MENO RISORSE E TANTE PAROLE. VOGLIAMO I FATTI- dice la Cgil.  LA CISL PRESENTA UNA PIATTAFORMA ALTERNATIVA A QUELLA VOTATA DALLA RSU - Si è svolto il 16 febbraio il primo tavolo di trattativa con il Comune di Venezia sul decentrato 2017

All'inizio della riunione era presente il Sindaco che ha illustrato il punto di vista dell'Amministrazione in merito al nuovo contratto decentrato.
Il Sindaco ha ribadito che dal suo punto di vista l'Amministrazione sta risanando una situazione disastrosa e disorganizzata che questa Giunta ha ereditato.
Brugnaro ha inoltre dichiarato che la contrattazione dovrà concludersi entro 2 mesi e che, in alternativa, l'Amministrazione procederà nuovamente unilateralmente.
Il Sindaco ha ricordato che non ci deve essere erogazione a pioggia dei premi di produttività ma che si deve premiare il merito.

Purtroppo – dichiara Daniele Giordano, Segretario Generale Fp Cgil - ci dispiace dover smentire per l'ennesima volta il Sindaco dato che il sistema di performance per l'anno 2016 e gli obbiettivi alle direzioni sono stati individuati la scorsa settimana.
Le stesse idee vincenti sono state presentate durante il periodo natalizio e ancora oggi, a distanza di due mesi, non sono state effettuate scelte e valutazioni.
Si continua a fare propaganda sulla produttività per tutti quando da tempo in Comune di Venezia i lavoratori sono valutati e le retribuzioni differenziate. Il Sindaco utilizza gli stessi argomenti di propaganda che utilizzava Brunetta, né più né meno, per nascondere gli scarsi risultati dell'azione amministrativa.

Si sceglie di insultare ed attaccare i lavoratori per coprire anche l'utilizzo distorto del fondo contrattuale. L'Amministrazione ha annunciato che ci sarà un calo di risorse pari a 546.000 euro dovuto al fatto che non ci saranno risparmi di gestione a causa dell'esplosione del lavoro straordinario.

Come Cgil- continua Giordano - abbiamo denunciato più volte questo abuso, concentrato in particolare modo nella polizia locale, che serve alla propaganda del Sindaco, ad esempio sui temi della sicurezza, e che viene pagata con le risorse di tutti i lavoratori.

Il Sindaco ha annunciato che le risorse potranno forse aumentare dopo la certificazione del non sforamento del patto di stabilità ma oggi dobbiamo prendere atto che ci sarà un taglio.
Brugnaro nella sua introduzione ha anche affermato di essere disponibile a discutere con i sindacati che vorranno confrontarsi con lui e appare quindi grave scelta della Cisl di presentare una piattaforma alternativa a quella condivisa dalla Rsu e da tutte le altre sigle sindacali.