In questi giorni si sta discutendo alla Camera dei Deputati il DL Enti Locali in cui NON sono contenute misure che riguardano i Comuni soggetti a sanzioni per aver sforato il patto di stabilità.

Sia per quanto riguarda le assunzioni del personale (in primis deprecarizzazione dei tantissimi lavoratori precari e del personale educativo) che per quanto riguarda il salario accessorio dei lavoratori non ci sono soluzioni nel testo presentato dal Governo.
Il Partito Democratico ed il Movimento 5 stelle, anche vista la costante mobilitazione dei lavoratori del Comune di Venezia, hanno presentato alcuni emendamenti che affrontano il problema delle sanzioni per la produttività e per le assunzioni, in particolare del settore educativo che necessità di risposte già nei prossimi giorni per poter garantire il servizio a settembre.
E’ necessario che tutto il Consiglio Comunale sostenga in modo chiaro queste proposte e impegni il Sindaco, sino ad oggi silente, a farsi carico in modo chiaro di queste problematiche.
Resta poi tutta aperta la vertenza con l'Amministrazione sulle richieste poste al tavolo del rinnovo del nostro Contratto Integrativo e contro la nuova azione unilaterale, cui si aggiunge un percorso di riorganizzazione poco chiaro e molto discutibile che rischia di gettare nell’incertezza moltissimi lavoratori rispetto alle funzioni che andranno a svolgere, a partire da quelli delle municipalità.
Per tutto questo dobbiamo presenziare il Consiglio Comunale di giovedì 14 dalle ore 14 a Mestre in via Palazzo. Il tempo per un intervento a salvaguardia di Venezia sta terminando e per questo giovedì dobbiamo esserci TUTTI, oltre che per ribadire al Sindaco che vogliamo rispetto del nostro lavoro, delle regole, della rappresentanza e che processi riorganizzativi sulla testa dei lavoratori e che riducono i servizi saranno contrastati con tutte le forze.