Caro Sindaco, il Comune di Venezia non è Umana!    Abbiamo appreso che nonostante l'impegno assunto di un confronto preventivo sia stata inviata alle lavoratrici e ai lavoratori a tempo determinato una scheda di autovalutazione sulle proprie attitudini personali comprese informazioni sui propri interessi nel tempo libero e addirittura gli indirizzi delle scuole dei figli.

  Scheda che sarà considerata per il rinnovo del contratto di lavoro a tempo determinato e che ci auguriamo non si pensi di estendere anche a tutti i lavoratori a tempo indeterminato.  Non sono questi gli strumenti per valutare il merito e la professionalità a meno che con valorizzazione del merito non si intenda valutare unicamente sulla base della affidabilità e del consenso a chi governa.  Esistono metodi sperimentati e validi seriamente rispettosi della privacy e gestiti da strutture indipendenti che garantiscono una maggiore imparzialità a vantaggio sia dei lavoratori che di chi amministra.      

Sergio Chiloiro

Segretario Generale Funzione Pubblica Cgil Venezia