Società di servizi fiscali cerca candidati interessati alla partecipazione ad un percorso formativo GRATUITO, finalizzato ad un’eventuale assunzione a tempo determinato per la mansione di operatore fiscale, previa selezione finale

 

Inviare curriculum via e-mail a:

ricerca.personale[at]caafcgilvenezia.it

Si è tenuto ieri 13 ottobre  il tavolo di trattativa con il Sindaco Luigi Brugnaro che doveva affrontare il tema della cancellazione del salario accessorio ai lavoratori comunali. È bene ricordare che si tratta di circa 200 euro medi a lavoratore che non vengono più percepiti dal mese di giugno.

 

Purtroppo alla trattativa, iniziata con più di quattro ore di ritardo a causa degli incontri di “presentazione” che le altre sigle sindacali hanno fatto con il Sindaco, l’Amministrazione non ha portato proposte concrete né sulla riorganizzazione né su come garantire i servizi ai cittadini.

Le uniche note positive riguardano i lavoratori precari, la possibile riorganizzazione e il nuovo decentrato.

Sul primo punto l’Amministrazione ha confermato la volontà di prorogare i contratti precari ma sulla base di questionari “informativi” su cui abbiamo chiesto un confronto, affinché non risultino una schedatura sulla base di criteri poco chiari. Su riorganizzazione e prossimo decentrato il Sindaco ha assunto l’impegno di costituire immediatamente un tavolo di confronto con Rsu e Organizzazioni Sindacali.

Non possiamo che essere insoddisfatti sul fatto che il Sindaco ha ribadito che oggi non ci sono risposte per i lavoratori e che, nei fatti, i costi della cattiva politica la pagano i dipendenti del Comune. Su questo punto è chiaro che si dovrà aprire nuovamente un confronto con i lavoratori sulle scelte da assumere.

Noi come Cgil continueremo ad esortare i lavoratori affinché facciano diligentemente il loro lavoro ma nessuno si permetta, in caso di ritardi o mancanza di servizi, di prendersela con i lavoratori per le inefficienze e le paralisi della macchina comunale.

Abbiamo comunque chiesto al Sindaco di aprire un confronto vero per valutare se si possano dare risposte ai lavoratori, già su quest’anno, e senza aspettare che la cosa si risolva solo con risorse da Roma che, nonostante sono nell’interesse di tutti, ci paiono tutt’altro che concrete e soprattutto, se siamo seri, difficilmente verranno rivolte al personale.

Aspettiamo per questo che il Sindaco faccia delle scelte eque perché ad oggi si sono fatte, per usare una citazione, parti uguali tra disuguali.