“ SULLA STESSA BARCA “ - CONVEGNO SU OCCUPAZIONE GIOVANILE, LAVORO DIGNITOSO, IMMIGRAZIONE ED EUROPA. DELLA FLAI CGIL Venezia a PORTOGRUARO GIOVEDI' 9 GIUGNO 2016 ORE 15 BIBLIOTECA ANTICA POLO UNIVERSITARIO VIA SEMINARIO

FLAI CGIL di Venezia, organizza un importante Convegno sul tema dell’occupazione giovanile, lavoro dignitoso, immigrazione ed Europa.
E' un'occasione nel Veneto Orientale per dialogare con le lavoratrici e i lavoratori del settore agro-industriale, ma anche un importante momento per aprirsi ai cittadini, ai lavoratori degli altri comparti produttivi da tempo in crisi, ai pensionati, in un momento difficile come quello che stiamo attraversando.
Un convegno per ripartire dal lavoro e dai nostri settori, per affrontare il tema del lavoro nero e del caporalato che riguarda italiani e migranti, del Sud e del nord della nostra penisola.
E ancora: “ durante il convegno sarà l’occasione per parlare della situazione Europea, anche in vista del prossimo appuntamento nel Regno Unito per la permanenza nell’UE. L’evento è considerato uno dei cigni neri dell’anno 2016, per i risvolti economici collegati anche alla nostra nazione. Per approfondire la materia dei Contratti Nazionali di lavoro nella dimensione internazionale e fare degli utili accostamenti con le nostre parti normative e i nostri salari oggi in vigore nei vari comparti produttivi.”
“ Avremo l’opportunità di ragionare di quello che stiamo vivendo nel Mediterraneo - afferma Alessandro Zanotto segretario generale della Flai di Venezia - dove ogni giorno approdano ondate di disperati costretti a fuggire da devastazioni molteplici. O di quello che da mesi sta accadendo nella rotta alternativa dei Balcani. Oppure dei chilometri di barriere che si stanno erigendo in Spagna, Grecia, Bulgaria e quelle che pensano di alzare più vicino a noi. Muri, scudi, gabbie, trappole, cicatrici nel terreno come durante la prima guerra mondiale. Questi dati devono far riflettere perché ci dicono che rischiamo di far chiudere in difesa una generazione potenzialmente aperta al confronto positivo tra mondi e culture.”
Insomma un convegno per lanciare principalmente un messaggio: non bisogna rassegnarsi, vogliamo ripartire dal lavoro e dalle tante cose da fare nel nostro Paese, nel nostro territorio comparando con quello che succede in campo europeo e internazionale.
Oggi l'Italia è un Paese ferito, pieno di cerotti e sono ferite che hanno bisogno di essere curate e c'è una forte relazione tra il dare lavoro ai giovani e l'idea di una cura del nostro Paese, del nostro territorio.
Il centro della nostra idea è la Carta dei Diritti Universali, cioè un nuovo Statuto di tutte le lavoratrici e lavoratori, che la CGIL sta promuovendo e che potrà essere la cura del Paese, del nostro territorio e utile per il coinvolgimento dei giovani.
Spiega ancora Zanotto: “ sarà quindi un’occasione per parlare della Carta dei Diritti Universali del Lavoro proposta dalla Cgil e della raccolta firme per l’abrogazione dei voucher, delle norme che limitano il reintegro in caso di licenziamenti illegittimi e le norme che limitano la responsabilità solidale negli appalti.
Per affrontare la stagione della complessità, conclude Alessandro Zanotto della CGIL, serve per noi ripartire dal lavoro, dalla dimensione del produrre, dai diritti. Per questo la FLAI di Venezia, sempre impegnata nella tutela dei diritti dei lavoratori ha organzzato questo importante convegno dal respiro internazionale, unico caso nel suo genere e invitiamo tutti i lavoratori e le lavoratrici, i pensionati e le pensionate, tutta la cittadinanza a partecipare all’avvenimento.”.