In VENETO si entra in agenzia

SOLO CON MASCHERINA e APPUNTAMENTO

Riepiloghiamo di seguito in punti attinenti in particolare l’attività assicurativa secondo quanto

disposto tramite l’ordinanza del Presidente della Regione del Veneto emessa ieri, 13 aprile 2020:

Punto 1 m)

Anche le attività ASSICURATIVE “… DEVONO essere espletate nel rispetto, per i dipendenti, del protocollo

condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto ed il contenimento della diffusione del

Covid-19 negli ambienti di lavoro sottoscritto il 14.03.2020... “; vale a dire:

· ricorso allo smartworking laddove possibile;

· effettuazione a distanza di una vasta gamma di operazioni, limitando al minimo la necessità

di accesso fisico in agenzia della clientela;

· soluzioni organizzative per garantire la distanza minima tra gli operatori laddove sia

necessaria la compresenza;

· fornitura ai dipendenti di DPI e allestimento di barriere di protezione.

Lo Spisal esercita funzione di vigilanza sull’applicazione del protocollo.

Punto 1 n)

Laddove previsto, l’accesso da parte di clienti e fornitori DEVE essere programmato mediante

appuntamento;

in ogni caso, DEVONO essere utilizzati da operatori e terzi (quindi anche la clientela) mascherine e

guanti e/o ogni altro dispositivo idoneo a garantire copertura di naso e bocca e l’igiene delle mani,

quali i prodotti igienizzanti;

DEVE essere attuata la ricorrente ed efficace sanificazione dei locali.

Il recente provvedimento ha recepito la segnalazione della scrivente Segreteria Regionale

unitariamente a quelle delle altre sigle sindacali, che mercoledì 8 aprile avevano scritto una pec

alla Regione chiedendo di adottare anche nelle filiali bancarie e nelle agenzie assicurative l'obbligo

di guanti e mascherina per la clientela, obbligo già vigente in altri settori.

Per non compromettere la salute di nessuno, vigiliamo tutti affinché queste norme siano rispettate

ovunque. Non esitate a segnalarci eventuali inadempienze.

Fisac CGIL Veneto

Mestre, 14 aprile 2020