L’assemblea delle iscritte e degli iscritti alla FISAC CGIL del Gruppo Generali del Polo di
Mogliano Veneto, riunita il giorno 23 luglio, ha esaminato e discusso sull’ipotesi di accordo
aziendale per il premio di risultato variabile per l’anno 2020 raggiunto dal Coordinamento di
Gruppo in sede di trattativa.


Le colleghe ed i colleghi condividono il sostanziale rispetto del mandato assembleare dato dai
lavoratori alla conclusione della precedente assemblea unitaria, in particolar modo riguardo
l’estromissione del Performance Management rispetto al calcolo sulla parte individuale.
Giudicano opportuna la durata dell’accordo di un solo anno, che consentirà di verificare la reale
incidenza del parametro “utile ante imposte della Country Italia” calcolato sulla quota del 75%
del PRV.
Impegnano la rappresentanza sindacale ad effettuare in futuro ogni sforzo affinché per la
determinazione della componente aziendale, legata ora al risultato di strategie di sviluppo per il
quale è del tutto assente il contributo delle lavoratrici e i lavoratori, sia privilegiata la ricerca di
parametri collettivi legati al miglioramento della sostenibilità della vita aziendale e di rispetto per
l’ambiente.
Confermano la propria soddisfazione per il fatto che sia stata garantita la possibilità di applicare
la defiscalizzazione del PRV per il 2020, un risultato preferibile anche alla luce delle possibili
novità legislative attualmente depositate in parlamento.
Le iscritte e gli iscritti approvano quindi il risultato conseguito dalla delegazione al tavolo di
trattativa, e danno mandato alle RSA del Polo di Mogliano Veneto di sottoscrivere l’accordo per la
sua ratifica ufficiale.
Mogliano, 23 luglio 2019

RSA FISAC CGIL Gruppo Generali polo di Mogliano Veneto