Oggi i lavoratori della fonderia ILNOR hanno manifestato contro i licenziamenti e in difesa del posto di lavoro. L'Azienda sita a Gardigiano di Scorzè e controllata dalla Eredi Gnutti Metalli di Brescia nei giorni scorsi ha comunicato al Sindacato ed alla R.S.U. un piano di esuberi che prevede il licenziamento di una cinquantina di lavoratori, con il trasferimento degli impianti principali a Brescia.

Al tavolo istituzionale promosso oggi dall'Assessore Regionale Elena Donazzan erano presenti oltre a Fiom Cgil e Fim Cisl anche il sindaco di Scorzè Giovanni Mestriner e i responsabili della SPA. Questi ultimi hanno chiesto un ulteriore passaggio con l'Assessorato al Lavoro della Regione Veneto - fissato per il 27 ottobre. Incontro nel quale presenteranno un nuovo piano industriale. Nel corso del presidio è arrivato il segretario nazionale della Fiom Maurizio Landini- a Venezia per un'altra iniziativa. Landini ha salutato cordialmente i lavoratori ascoltando le problematiche della fonderia. Oggi i lavoratori hanno fermato la fabbrica per 24 ore e domani si ritroveranno in assemblea per fare il punto della situazione. Fino allla presentazione del nuovo piano industriale,Rsu e sindacati hanno deciso di sospendere le iniziative di sciopero, pur mantenendo lo stato di agitazione.