INCONTRO TRA I SINDACATI E IL CONSORZIO VENEZIA NUOVA. Il 22.7.20    si è svolto l’incontro, richiesto da CGIL CISL UIL con i Commissari del Consorzio Venezia Nuova.
L’incontro, che segue quello avuto con il Commissario straordinario per la conclusione dei lavori del Mose, doveva chiarire la reale situazione esistente, nel merito di due questioni per noi rilevantissime:
1) le prospettive occupazionali dei lavoratori attualmente dipendenti dal Consorzio Venezia Nuova,   da   Thetis   e   da   Comar,   nonché   il   crono   programma   di   avvicinamento   alla conclusione dei lavori e all’avviamento del sistema Mose
2) la certezza del puntuale pagamento mensile delle retribuzioni che negli ultimi mesi avevano ed hanno subito diversi ritardi.
Alla  conclusione  dell’incontro  le   CGIL  CISL  e UIL,   pur  prendendo  atto  delle dichiarazioni   dei   Commissari   sulla   volontà   di   difendere   l’occupazione   e   le   condizioni retributive   dei   lavoratori,   dichiarano   la   loro   insoddisfazione   in   quanto   da   parte   dei Commissari non è stato possibile garantire  la puntualità del pagamento delle retribuzioni ai lavoratori anche per le future mensilità (a partire dalla data del saldo della 14^ ai lavoratori di Thetis). Gli stessi Commissari hanno attribuito la mancata puntualità nel pagamento degli stipendi alla non chiarezza dei sistemi e dei tempi di finanziamento del Consorzio.
Dall’altro non è emersa nessuna ipotesi concreta per la futura garanzia occupazionale dei lavoratori.
 
Le   OO.SS.   hanno   inoltre   stigmatizzato   i   processi   di   esternalizzazione   da   parte   del Consorzio, a fronte dei mancati processi di riqualificazione e formazione del personale
attualmente operante, richiedendo comunque la riconvocazione dei tavoli sulla definizione del crono programma per la conclusione dei lavori.
Pertanto   le   OO.SS.   non   intendono   in   nessun   modo   restare   inermi   difronte   ad   una situazione   di   stallo   creatasi   per   effetto   delle   adombrate   diverse   competenze   e responsabilità istituzionali,  viste anche le diverse versioni rese nei vari tavoli di confronto.
Per ottenere, quindi, le necessarie certezze in termini economici ed occupazionali, per tutti i lavoratori del  Consorzio Venezia Nuova,  Thetis e Comar, Le OO.SS. hanno espresso la volontà di spostare la discussione sul tavolo del Governo nazionale.
Nei prossimi giorni saranno convocate le assemblee dei lavoratori, per fare il punto sulla situazione esistente, nonché per decidere le iniziative ritenute più opportune per sbloccare
la situazione.
I Segretari di CGIL CISL UIL Venezia
Ugo Agiollo – Paolo Bizzotto – Gerardo Colamarco