MOSE -  oggi 13.6 2019  si è tenuto un incontro in Prefettura. Cgil, Cisl Uil: preoccupazione per il decreto "sblocca cantieri".  I Sindacati pretendono di "Mantenere occupazione e professionalità" . Nella pagina il comunicato unitario

In data odierna (13.6.2019) le Segreterie Confederali di CGIL CISL UIL di Venezia, unitamente alle Federazioni di categoria interessate alla realizzazione del Sistema Mose, sono state ricevute dalla Prefettura.
Nel corso dell’incontro le OO.SS. hanno rappresentato tutte le criticità e le preoccupazioni derivanti dalla approvazione dell’emendamento contenuto nel decreto “Sblocca Cantieri” relativo al Sistema Mose.
In particolare, hanno evidenziato come non vi sia nessun riferimento al futuro occupazionale dei lavoratori attualmente impiegati dalle tre società Comar, CVN e Thetis.
Preoccupazione motivata e amplificata dal fatto che nel testo del decreto non sono chiarite quali saranno le funzioni del nuovo Commissario Straordinario anche in relazione al suo futuro rapporto con le tre società e con gli attuali Amministratori Straordinari.
Le OO.SS. hanno chiesto alla Prefettura di intervenire urgentemente con il Governo e con i Ministeri interessati per chiarire i temi sopra indicati e per trovare le soluzioni più adeguate ai fini della salvaguardia dell’occupazione e delle professionalità presenti.
Segreterie CGIL CISL UIL Venezia