Nella notte tra il 15 ed il 16 luglio 5 colpi di pistola sono stati sparati contro la casa di Ario Gervasutti, giornalista del Gazzettino

Tre proiettili sono penetrati nell’ abitazione, situata a Padova in zona Chiesanuova, conficcandosi nella camera del figlio.
Moltissimi gli attestati di solidarietà ad un giornalista conosciuto e stimato. Fra questi anche quello del Segretario Generale della Cgil del Veneto, Christian Ferrari.

“A nome della Cgil del Veneto – scrive Ferrari – esprimo piena solidarietà ad Ario Gervasutti, colpito nel cuore della notte e nella propria casa da un attentato vile e intollerabile.
Nell’auspicare che gli autori degli spari vengano al più presto identificati ed assicurati alla giustizia, esprimo la mia personale stima ad un giornalista in cui professionalità e competenza sono un tratto caratteristico.
La Cgil sarà sempre schierata per la libertà di stampa e condanna nel modo più assoluto qualsiasi atto di violenza contro gli operatori dell’informazione”.