E’ stato il congresso della Lega Laguna Nordest dello SPI di Favaro Veneto - a livello nazionale - ad inaugurare il percorso congressuale che porterà la Cgil al diciottesimo Congresso, a Bari nel prossimo gennaio. Presenti al Congresso Enrico Piron, Segretario Generale della Camera del Lavoro di Venezia; Angiola Tiboni Segretaria Generale dello Spi veneziano; Daniele Tronco, Segretario regionale dello Spi Veneto.

In questi giorni si stanno moltiplicando le assemblee di base nei posti di lavoro e nei territori che porteranno al rinnovo degli organismi statutari e a decidere la linea della Cgil per i prossimi quattro anni.
Sull’importanza di questa fase congressuale si è espresso Enrico Piron che ha ricordato la centralità dell’impegno della Cgil in questa delicata fase politica. Il Segretario ha sottolineato il costante impegno dell’organizzazione nell’essere presenti ed essere un punto di riferimento per lavoratori e pensionati.
Nel Congresso di Favaro è stata espressa la soddisfazione per il radicamento sempre più importante nel territorio. Le strutture dello Spi, infatti, continuano ad essere una importante connessione non solo per gli iscritti ma per l’intera cittadinanza.
La curiosità é che Roberto Giacomini sia stato il primo Segretario in Italia ad esser stato (ri)eletto.
Nella sua relazione Giacomini ha ricordato l’impegno costante nella contrattazione sociale della sua struttura che ha portato a delle significative ricadute per gli anziani e per tutto il distretto. Questo malgrado i cambi di colore politico delle Amministrazioni locali. “In questi anni – ha affermato il Segretario - la nostra Organizzazione è arrivata a sottoscrivere 146 intese unitarie con tutti gli Enti e Istituzioni di questo territorio, sempre proponendo quello che la gente chiede per soddisfare i propri bisogni. “Se siamo riusciti a far sintesi delle richieste della popolazione interessata – ha insistito Giacomini - penso che qualcuno abbia da riflettere. Perché gli Amministratori, gareggiano per i 100 metri. Noi, come organizzazioni sindacali, corriamo a staffetta e ci passiamo il testimone. E di certo le nostre proposte non sono mai inutili e vane”.

Sono due i documenti all’attenzione della platea congressuale. “Il lavoro è” (che è anche il logo del congresso) e “Riconquistiamo tutto” espressa dalla minoranza.
Fino al 5 ottobre si svolgeranno le assemblee congressuali di base. A seguire e fino al 31 ottobre si terranno i congressi delle Camere del lavoro e delle categorie territoriali e regionali. I congressi delle strutture regionali avranno inizio il 5 novembre e si dovranno concludere entro il 24 dello stesso mese. Quindi, dal 26 novembre al 20 dicembre, si svolgeranno i congressi delle categorie nazionali dei lavoratori attivi e, per ultimo, quello del sindacato dei pensionati.