In occasione del presidio organizzato in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato, Cgil Cisl Uil di Venezia sono state ricevute in Prefettura dal Capo di Gabinetto del Prefetto, dottoressa Emanuela Milan.

Abbiamo rappresentato alla dottoressa la nostra convinzione che, accanto ad una gestione collegiale da parte della Unione Europea dei flussi migratori, è necessario a livello locale l’impegno di tutti i soggetti Istituzionali, sociali ed economici per garantire accoglienza diffusa e integrazione dei cittadini stranieri richiedenti protezione. Con l’impegno di tutti si riuscirebbe a costruire programmi strutturali finalizzati a fornire, oltre alle conoscenze linguistiche, quelle culturali e normative del paese che li accoglie facilitandone l’inserimento
nelle nostre comunità; a prepararli per futuri percorsi professionali, anche attraverso lavori socialmente utili alle comunità che li ospitano, al fine di potersi proporre nel mercato del lavoro regolare. Si eviterà così di lasciarli soli di fronte al rischio di sfruttamento o dall’essere oggetto di attenzione da parte della criminalità.
Abbiamo infine rappresentato alla dott.ssa Milan la nostra convinzione che la cabina di regia avviata dalla Prefettura alla fine del 2017 con tutti i soggetti che sopra abbiamo ricordato, sia lo strumento attraverso il quale si possono realizzare questi obiettivi con benefici per tutti coloro che vivono nei nostri territori.
La dott.ssa ci ha assicurato che sarà un suo preciso impegno esporre al Prefetto, che sarà a breve nominato, quanto già realizzato sul tema nel recente passato e quanto da noi esposto nella riunione odierna.


Segreterie CGIL CISL UIL Venezia