Stampa

CAMBIO DI VERTICE ALLA CISL DI VENEZIA CHE ELEGGE IL NUOVO SEGRETARIO.  Nella pagina la lettera aperta di Enrico Piron, segretario generale della Cgil di Venezia

 Nelle interviste apparse oggi sui giornali veneziani, Lino Gottardello, segretario generale uscente della Cisl di Venezia, afferma di lasciare una Cisl in “piena forma” . Ne sono contento perché vuol dire che, anche in una situazione di crisi come quella che stiamo vivendo, il sindacato confederale è ancora punto di riferimento.
Sono invece stupito quando afferma che la Cisl ha superato la Cgil per numero di iscritti negli attivi. Non conosciamo i dati ai quali fa riferimento il segretario generale della Cisl. I nostri dati di tesseramento al dicembre 2015, certificati con il sistema di rilevamento ARGO dell'anagrafe degli iscritti della CGIL, dicono che la Cgil di Venezia ha 77047 iscritti, 38647 attivi e 38400 pensionati.

Non ci interessa la battaglia dei numeri, ma il percorso di certificazione degli iscritti che Cgil, Cisl e Uil hanno avviato con gli accordi sulla rappresentanza. Questo percorso va nella giusta direzione: una maggiore trasparenza che dobbiamo prima di tutto proprio ai nostri iscritti e alle nostre iscritte. E' l'unico sistema per garantire a loro di essere rappresentati da un sindacato confederale autorevole e trasparente.

Auguro a Lino di potersi prendere il tempo per le sue riflessioni - come detto nelle interviste - ma anche di ritornare al più presto all'interno del mondo sindacale per dare il suo costruttivo contributo. Auguro nello stesso tempo un buon lavoro al segretario che la Cisl vorrà eleggere.

Enrico Piron, segretario generale Cgil Venezia