SUSANNA CAMUSSO al Lido di Venezia per la "Marcia delle Donne e degli Uomini Scalzi" venerdì 11 settembre al Lido di Venezia, santa Maria Elisabetta ore 17 Per dire basta alla strage di migranti e chiedere con forza i necessari cambiamenti delle politiche migratorie. La Cgil sarà in piazza "contro egoismi e discriminazioni". La Camera del Lavoro Metropolitana di Venezia e la Cgil del Veneto invitano lavoratori e pensionati a partecipare all'iniziativa

Venerdì 11 settembre si terrà a Venezia la Marcia delle Donne e degli Uomini Scalzi: "In centinaia - dicono gli organizzatori - cammineremo scalzi fino al cuore della Mostra Internazionale di Arte Cinematografica, per chiedere con forza i necessari cambiamenti delle politiche migratorie europee e globali". Come priorità vengono indicati come obiettivi: 1. Certezza di corridoi umanitari sicuri per vittime di guerre, catastrofi e dittature 2. Accoglienza degna e rispettosa per tutti 3. Chiusura e smantellamento di tutti i luoghi di concentrazione e detenzione dei migranti 4. Creare un vero sistema unico di asilo in Europa superando il regolamento di Dublino.

Alla marcia veneziana parteciperà anche la Cgil che ha aderito alla manifestazione. Sarà presente il segretario nazionale Susanna Camusso. Nella stessa giornata la confederazione organizzerà iniziative analoghe in tutto il Paese, "perché la Cgil è dalla parte degli uomini scalzi, di coloro che fuggono da guerre e violenze e si scontrano con i nuovi muri, le discriminazioni e i razzismi di tanti stati europei".

"Non vogliamo vedere mai più bimbi morti sulle spiagge - scrive la Cgil Nazionale -, cadaveri di persone asfissiate, annegate, volti segnati dalla sofferenza che cercano rifugio in Europa e si trovano di fronte ad egoismi nazionali indegni della tradizione e della civiltà europea. Facciamo appello al governo italiano e alle istituzioni internazionali affinché si intensifichi l'azione per impedire che prevalga l'orrore e si costituisca una politica europea dell'asilo". 

VEDI L'APPELLO IN http://donneuominiscalzi.blogspot.it/