E’ stata una straordinaria festa di popolo quella che si è tenuta domenica 23 luglio a Mira. Almeno 700 Compagne e Compagni si sono trovati per ricordare un grande gesto che la famiglia Cervi ha messo in piazza poco dopo la destituzione di Mussolini il 25 luglio del ‘43.

 Decine di pullman, arrivati dalle provincie limitrofe, hanno sottolineato l’importanza di ricordare un significativo segnale di Libertà.

Infatti la pastasciutta di Mira aveva il sapore della Libertà.
Il sapore di una festa che vuole ristabilire i valori sociali e che vuole festeggiare questi valori, questo era lo spirito della pastasciutta in piazza.
Una pastasciutta per tutto il Paese di Gattatico con quel che c'era: pasta e formaggio. Come si sa, la famiglia Cervi pagherà caro il suo impegno antifascista.
“Bisogna tenere alto il nostro spirito antifascista – ha detto Enrico Piron, segretario generale della Camera del Lavoro Metropolitana di Venezia. Le vicende di Chioggia e i video dei tifosi del Verona non possono essere derubricate come goliardate. E’ per questo che dobbiamo lavorare e tenere alta la guardia sempre. Nei luoghi di lavoro e nel territorio per affermare i valori della Democrazia in contrasto con i rigurgiti del fascismo” “E in questo senso – ribadisce Piron- voglio ringraziare l’impegno del nostro Sindacato dei Pensionati che si impegna costantemente nel rapporto con le scuole e con i cittadini”
Sulla stessa linea Angiola Tiboni, segretario generale dello Spi di Venezia “ Dobbiamo affermare valori “altri” da quelli fascisti. Questa festa ha un significato di inclusione, di affermazione di valori positivi che sono più forti delle mortificazioni ideologiche dei fascismi e dei populismi. Che oggi creano odio e che avvelenano il dibattito democratico” “ Ringrazio di cuore i Compagni che hanno reso possibile una giornata così bella e speciale perché sono convinti che con queste iniziative si tengono alti i nostri valori di solidarietà e di inclusione.
L’iniziativa è stata organizzata dalla Cgil e dallo Spi di Venezia e quest’anno è stata la tappa veneta delle iniziative dello Spi Regionale che negli anni scorsi è stato nelle piazze di Vicenza e di Belluno. Prima della Pastasciutta sono intervenuti
ENRICO PIRON , segretario generale della Camera del Lavoro Metropolitana Cgil di Venezia;
ANGIOLA TIBONI, segretario generale Spi metropolitano di Venezia
PAOLO PAPOTTI, segretario nazionale ANPI;
DANILO TOCCANE, segretario Spi Veneto;
ELENA DI GREGORIO, segretaria generale Spi Veneto.